orologio-orologi

Orologi esigenze e valore

Orologi

Cos’è un orologio?

Oggi i problemi legati alla misurazione del tempo possono dirsi completamente risolti, almeno per quanto riguarda le esigenze di massa. Tutti gli attuali orologi sono in grado di assolvere agevolmente la funzione di conservare il tempo, oltre che quella di riprodurlo in modo facilmente comprensibile.

“ legger l’ora “ è una delle prime cose che si insegnano ai bambini :  molti orologi sono oggi in grado di misurare intervalli di tempo anche brevissimi. Tutti gli orologi attuali sono in grado di vantare una precisione ampiamente eccedente le normali necessità.  A questo proposito basti riflettere sul fatto che, normalmente, conoscere l’ora con uno scarto di più o meno 5 minuti è ampiamente sufficiente per la maggior parte delle nostre esigenze quotidiane e gli scarti di quest’ordine sono alla portata del più economico degli orologi .

A proposito di economia , c’è da rilevare che attualmente anche orologi di bassissimo costo sono in grado di offrire precisione e prestazioni specifiche ampiamente eccedenti le normali necessità. Il dominio del tempo, in pratica, non è più un privilegio di una ristretta categoria di scienziati o di persone ricche, come accadeva nel passato ma è alla portata di tutte le borse.

Esigenze

Anche orologi di bassissimo prezzo possono soddisfare tutte le esigenze pratiche legate al tempo, perché mai ci sono persone che spendono somme da capogiro per un orologio? Ha un senso la passione per gli orologi? Per riassumere brevemente quello che in realtà sarebbe un discorso lungo, basterà fare una semplice considerazione: nella maggior parte dei settori commerciali un prodotto non possiede un valore legato esclusivamente alla funzione, ma anche un valore aggiunto legato a fattori generalmente simbolici, che ciascuno di noi è libero di attribuire alla nostra sensibilità.

Ad un abito, ad esempio, non chiediamo soltanto la funzione di coprirci e tenerci al caldo, ma anche quella di renderci più attraenti, di simboleggiare il nostro potere di acquisto, il nostro buon gusto e così via; per questa ragione il costo di un abito è determinato solo in misura minima dall’efficienza con cui assolve al suo compito, ossia quello di coprirci e tenerci al caldo.

Altrettanto avviene in tutti o quasi gli altri settori commerciali: dall’abito all’automobile, dal cibo al mobile, ogni prodotto possiede un valore aggiunto che nella maggior parte dei casi incide sul prezzo finale in modo determinante.

L’orologeria può arricchirsi di importanti valori artistici , i quali possono superare anche il prezioso materiale impiegato. In questi casi la determinazione del prezzo finale può sfuggire a regole semplici, di facile comprensione, per tramutarsi in un oggetto riservato ai veri esperti. Sempre per rimanere in tema di esempi, un collezionista può spendere tutte le proprie disponibilità per acquistare il quadro di un autore; quello stesso quadro che, magari, lascerà totalmente indifferente un’ altra persona, senza che nessuno dei due possa essere definito più bravo o più saggio dell’altro.

Così la persona che ad un orologio chiede soltanto di indicare l’ora farà bene a spendere quel che ritiene giusto; ed altrettanto bene farà la persona che, all’opposto, spenderà molti soldi per un orologio che soddisfa appieno le sue esigenze culturali prima ancora che pratiche, ed in grado di riflettere ed esprimere gli aspetti della personalità.

orologio-orologi
orologio-orologi

INTRODUZIONE ALL’OROLOGERIA

La divisione del tempo

La divisione del tempo ci viene fornita naturalmente da fenomeni astronomici di grande evidenza come il ciclo periodico delle stagioni, le fasi lunari o l’alternanza regolare del giorno e della notte. Per dividere il tempo in frazioni più piccole, è necessario servirsi di mezzi artificiali, quali la meridiana, basato sullo spostamento dell’ombra solare su un quadrante graduato, o la clessidra che utilizza un flusso controllato. Solo a partire dalla metà del 1600, per frazionare il tempo si utilizzano i movimenti oscillatori di un sistema meccanico.

Gli oscillatori in orologeria

In orologeria si utilizzano essenzialmente due tipi di oscillatori:

1) gli oscillatori meccanici che regolano gli orologi detti “ orologi meccanici” ( pendolo bilanciere )

2) gli oscillatori elettromeccanici, noti come oscillatori al quarzo che regolano gli orologi detti “ orologi al quarzo “

Gli oscillatori meccanici o al quarzo costituiscono il cuore dell’ orologio.

Il caratteristico tic-tac degli orologi meccanici, viene proprio da lì. L’oscillatore non è di per sé un orologio. Le sue oscillazioni devono essere mantenute da una fonte di energia. Occorre inoltre contarle ed evidenziarle su un quadrante sotto forma di ore, minuti e secondi ed infine deve poter disporre di un meccanismo di messa all’ora per poterlo regolare

Gioielleria Residori